Le campane di Lomaso

Lomaso, 25.

Ieri sera alle ore 9 si suonarono per la prima volta queste campane dall’alta torre. Tutta la popolazione della vasta parocchia era in aspettazione dell’esito del nuovo concerto, e si può dire che la maggior parte di questa era uscita dalle proprie case per assistere al compimento dei voti di mezzo secolo. Finalmente la campana minore si fece sentire con gratissimo suono, ed un colpo di mortaretto salutava la sua bella armonia. Segue il suono della sorella maggiore, e due altri colpi di mortaretto la salutano, così avviene della terza e della quarta. Finalmente squilla con larga ondata, come regina del distretto, la campana maggiore, ed un urrà di esultanza scoppia da tutte le alture, il fuoco bengalico a vari colori illumina le alture di Lomaso e il magnifico campanile nell’oscura notte fa pompa di sua maestà e dell’ornamento delle sue buonissime campane; i mortaretti fanno ripetutamente risuonare le giulive loro salve, e tutto il concerto si mette in moto e si sperde nell’aere sì grata armonia da metterci al colmo del visibilio. Il suono si protrasse fino dopo la mezzanotte, per ripigliare questa mattina alle 3 1⁄2, e mentre scrivo si suona ancora.

L’impressione generale è ottima addirittura; io ripeto l’impressione del popolo tra il quale vivo e bazzico, e che credo sia pure quella delle persone intelligenti e tecniche. Qualcuno, che non gusta le dolcezze della religione, dirà ad quid perditio haec! Quanti denari spesi per campanile e campane! Ma io rispondo che la gioia provata in questi dì, gioia tutta propria d’un popolo credente, vale assai più che le migliaia di fiorini spesi. – Bravi dunque, Lomasiani, bravi i miei compatriotti, e patria avanti!

Il nuovo concerto di Lomaso per chi se ne intende di musica e di armonia è poggiato sul seguente accordo I.a campana reb basso, II.ami b, III.afa naturale, IV.asol b,V.alà b.

*

*    *

In questo momento passano di qui i geologi don Luigi Baroldi e don Angelo Piatti di Desenzano in compagnia di due altri alpinisti che fanno un viaggio di studio ed un’ascensione di prima forza perchè intendono arrivare fino alla cima Tosa. Buon viaggio ai nostri scienziati ed alpinisti e felice ritorno.

Cronista.


Soggetto produttore“La Famiglia Cristiana”, n. 99
Data28/08/1895
PseudonimoCronista
DescrizioneArticolo relativo al primo utilizzo delle nuove campane a Vigo Lomaso. Nella parte finale vengono riportate alcune notizie alpinistiche.